22 febbraio 2009

Luca era bisex?

Povia... lo capiamo o no, che se al tuo amico piacevano gli uomini e poi è tornato etero, allora significa che non era gay?

Forse era bisex, forse aveva una deviazione temporanea (studia un po' di psicologia, esistono queste cose), forse aveva solo confusione... ma non era gay. Il titolo della canzone è proprio mal posto. E la stessa cosa vale per gli etero. Non si torna indietro, nessuno può farti "diventare gay" in nessun modo. Anche "Giovanna era etero" sarebbe un titolo mal posto. Lo capiamo, o no?

"Ma io racconto solo la storia vera di un mio amico". Ok, non ne dubitiamo, ma il tuo amico da quello che racconti non era gay.

Ironia della sorte: tra le specie animali che formano coppie permanenti e in cui ci si imbatte in coppie omosessuali, ci sono i pinguini e... i piccioni.

17 febbraio 2009

Sanremo 2009, viva le tecnlogie proprietarie

Il rinnovo del sito Rai ha suscitato grande interesse nei giornali e nella blogosfera. Sito migliore, più funzioni, più accessibile... bla bla bla. Ok, colleghiamoci, proviamo a seguire Sanremo in diretta via web. Dopotutto, siamo nel 2009, mica agli albori della rete...

Andiamo su www.rai.tv e clicchiamo subito su diretta. Ecco la prima, piccola sorpresa:


Il mio Firefox, già stracolmo di plugin, ha bisogno di installrne un altro. Hanno scelto la piattaforma Silverlight (della Microsoft, proprietario, di recente uscita) per il portale Rai. Mi chiedo: perché? Perché non andare sulla collaudata, quasi aperta, funzionale, ormai onnipresente tecnologia flash? Ma va bene, esiste un plugin sviluppato da Novel per Linux, versione 1.0, che da solo scarica i codec necessari. Poco male, ma mi sembra che manchi qualcosa nel player:


Niente controlli. Niente pausa, niente fullscreen. Non che non ci siano nel player in sé, ma un problema (probabilmente del plugin) non mi permette di fruire delle funzioni essenziali della web-tv. Inoltre, è la prima volta che Firefox mi va in crash dopo quella volta in cui ho provato a far convivere flash 32 e 64 bit. È appena andato in crash 3 volte, senza un motivo apparente, mentre guardavo lo stream, subito dopo aver installato il nuovo plugin. Ma sono io l'unico sfigato che ha provato a guardare il festival senza avere la configurazione-utonto Windows-InternetExplorer? È solo un problema di plugin non "ufficiale"? No, anche un'amica col Mac ha avuto problemi. O anche il Mac adesso è da sfigati? E comunque i problemi riscontrati non sono solo lato client. Tanto per cominciare, secondo il palinsesto ufficiale Rai quello che sta andando in onda non è Sanremo, ma una fiction:


Nessuno si è accorto che tutto oggi il palinsesto è stato palesemente errato? Beh, proviamo a segnalare la cosa. Esiste una sezione per i feedback degli utenti diversi dalle email? Direi di no: nella sezione "Community" la chat non parte, non è possibile lasciare commenti e nel forum c'è una sezione "Reality Show", per dirne una, ma non una generica.

Ed ecco che mentre Benigni fa il suo stratosferico monologo, una bella sorpresa arriva dal server remoto:


E non è che dica "server in sovraccarico", "too many requests" o altri messaggi comprensibili tipici dei più diffusi server web aperti: no, secondo lui il formato è "sconosciuto". Insomma, come prima esperienza sul sito Rai non è stata un gran che. Anzi, diciamo le cose come stanno: per essere il nuovo sito della TV di Stato, tra i cui obiettivi impliciti c'erano accessibilità e stabilità, è stata un'esperienza proprio fallimentare. L'anno scorso almeno era possibile rintracciare la url dello stream, e anche se il formato era proprietario potevo guardarlo con gli aperti e solidi MPlayer o Kaffeine. Adesso no, ad una prima (e ad una seconda) occhiata al sorgente non c'è traccia di una playlist o di una url. L'unica che è trovato è questa ma, ovviamente, il flusso non è codificato con nessun codec, proprietario o no, di cui i maggiori player conoscano le specifiche. Evviva le tecnologie proprietarie nella res publica.

Quando un Sanremo davvero fruibile dal web? Mah, in attesa di sentire cos'ha da dire l'intellettuale Povia (adesso c'è pubblicità), spero per il 2010.

Aggiornamento (21 feb): non avevo ancora provato il fullscreen (sotto), che attivo quando, di tanto in tanto, capita che non s'impalli...

06 dicembre 2008

Chi è l'indottrinato?

Si sentono spesso soggetti destrorsi dire che a sinistra si è "indottrinati" - da complottisti rossi, da potenti massonerie o da altri non meglio specificati enti maligni. Come a dire: è evidente che le tue opinioni non sono realmente tue, ma ti sono state inculcate da qualcun altro.

Poi si arriva ai vari Porta a Porta, Ballarò, eccetera, in cui politici della colazione di maggioranza difendono a spada tratta la riforma Gelmini.

Sinistroide: "Questa riforma è solo un passo indietro, e non elimina i baronati!"
Destroide: "Non lo fà, ma lo farà presto!"

Quale cieca fiducia. Complimenti. Ma vediamo un'altra perla di saggezza - che meriterebbe un post a sé stante.

"Sky e Mediaset Premium non sono mica in concorrenza! Una è via satellite, mentre l'altra..."

Ah, quindi una pay-tv e una pay-per-view non sarebbero in concorrenza in quanto una viene dal satellite... l'altra dai ripetitori terrestri. Boom! Interessante teoria. Sono certo che moltissime famiglie in Italia pagheranno l'una e l'altra per guardare lo stesso campionato.

Ma quelli che fanno queste affermazioni non si rendono conto di quanto riescano a coprirsi di ridicolo? Non c'è pudore in affermazioni del genere? Chi è il vero indottrinato?

25 novembre 2008

La Gelmini aveva dimezzato! (beata ipocrisia)

A causa della recente tragedia avvenuta nel liceo Darwin, si riparla tanto di sicurezza nelle scuole. Una tragica fatalità? Il governo è pronto a stanziare "fondi extra", per rispondere all'ondata di indignazione della popolazione.

Per una volta si direbbe "bravo governo", ma... aspetta un attimo: cosa leggiamo qui nella riforma Gelmini?

http://www.cittadinanzattiva.it/content/view/1967/230/

Molto semplice: è già stato approvato un DIMEZZAMENTO netto dei fondi minimi destinati alla messa in sicurezza degli edifici.

Per il caro governo è facile dimostrare di rispondere con immediatezza alle necessità del Paese. Peccato che, fino a che non ci fosse scappato un altro morto, si era dimostrato l'opposto: assoluto menefreghismo.

Qualche anno fa, muoiono diversi bambini per un crollo in una scuola; oh, ci siamo accorti del problema: stanziamo fondi. Un mese fa, dimezziamo i fondi (grazie, Maria Stella!); tanto, nessuno ricorda più quella tragedia. Adesso, muore un ragazzino, e sull'onda dell'indignazione popolare... stanziamo fondi extra!

Populismo? Demagogia? Vergogna! E i giornalisti dove sono? Dove???

19 ottobre 2008

Ecco perché neofascista = cretino

Del fascismo - ha detto Abbiati, come riferisce un’anticipazione di Rcs Quotidiani - rifiuto le leggi razziali, l’alleanza con Hitler e l’ingresso in guerra, ma mi piace la capacità che aveva di assicurare l’ordine, garantendo la sicurezza dei cittadini.
[fonte]

Quanta ignoranza. Eh sì, perché il livello culturale medio dei neofascisti è davvero basso. E' necessaria una certa combinazione di ignoranza (culturale) e stupidità (intellettiva) per far propri concetti simili. Idem per i molti giornalisti che - lo abbiamo già visto - hanno perso ogni capacità di riposta critica, di pronta obiezione, di osservazione con un certo mordente.

Andando sullo specifico, vorrei far notare una cosa a tutti i geniali neo-ammiratori del regime fascista. E' vero, potevi "lasciare la porta aperta", e nessuno veniva a rubare. Ma dovevi tenere la bocca chiusa, oppure semplicemente venivi fucilato. E' vero, c'era un'idea di patria più forte. Ma bastava farsi una canna per rischiare la condanna a morte. Lo sapevano, questo, i piccoli nazi-geni odierni? Lo sanno che le canne, allora, non le avrebbero potute fare?

Quello che manca è un minimo di spirito critico, per evitare di accettare per vere certe affermazioni sentite da anziani e genitori senza coscienza. Lo capite che la sproporzione tra i "lati positivi" e i "lati negativi" rende il paragone stupido e privo di basi logiche? Ma in fondo è anche comprensibile: i ragazzini viziati di oggi, che trovano le libertà bell'e pronte, che si illudono di conoscere un briciolo di storia ma che non hanno mai alzato un dito per ottenere nulla, non riescono a capire con la loro testolina la portata di una conquista come la libertà di parola; il cui peso, di conseguenza, diventa secondo loro confrontabile con quello di una stupida garanzia come "posso lasciare le porte aperte, tanto non mi ruba nessuno".

Ma diamo anche un piccolo esempio, per quelli con una circonferenza cerebrale inferiore ai 10cm (che ancora non hanno afferrato bene bene bene). Dire "Le leggi razziali non erano una cosa buona, ma il lato positivo del fascismo era..." è un po' come dire:
Andare a fare la spesa al supermercato con un carro armato per passare sopra le code di automobili ha qualche difetto: è vero, devo schiacciare un sacco di automezzi con le persone ancora dentro, stritolandole e spruzzando sangue e cervella a destra e a manca. Ma guardiamo il lato positivo: non ho il problema del parcheggio.
Ora, ragioniamo un attimo. Quanto deve essere basso il quoziente intellettivo di una persona perchè tale obiezione possa essere considerata sensata?

MOLTO basso.

Proposta: nuovi reati

Vediamo una delle ultime pubblicità Golden Lady. Una tizia, in biblioteca, inizia a spogliarsi. Si toglie prima la giacca, poi il maglione, poi i pantaloni... E cosa mostra? Due stecchini come quelli del gelato su cui sono appese due calze.

Andiamo a vedere la sfilate. Si parla tanto dei modelli perversi e irreali dati da tivù e moda, magari muore una ragazzina anoressica e cosa si fa? Una, due sfilate con taglie "normali". Poi passa una settimana, e in passerella tornano gli scheletri. Cos'è, ipocrisia o idiozia? Che operino con dolo o no, le persone che hanno potere decisionale in merito hanno un potere enorme sulla ragazze e ragazzine che guardano questi modelli. Sono a conoscenza del problema, questo è sicuro. Ma per un motivo o per un altro, calato il polverone tornano ogni volta sui loro passi.

Ancora una volta, ringraziate che io non sia il dittatore di questo Paese (anche se alla dittatura poco ci manca, ormai). Perché vi darei il carcere a vita. Allora, da cittadino di una nazione democratica e malaticcia, posso solo proporre l'introduzione di nuovi reati, di una certa gravità, che potremmo chiamare induzione di modelli pericolosi, circonvezione di adolescenti, anoressia di massa colposa o qualcosa così.

Perché, che ve ne accorgiate o no, che siate maligni o semplicemente stupidi, state facendo del male a un sacco di persone. Le sentite, le vittime che avete mietuto, sulla coscienza?

24 settembre 2008

Infinita letizia della mente candida

Leggo che Jim Carrey è stato elogiato dalla critica nella sua interpretazione di "Eternal Sunshine of the Spotless Mind". Bene, lo affitto... Come sarà il titolo italiano? Cerco su internet. Trovato: in italiano il titolo è "Se mi lasci ti cancello"...

Perché questa orribile scelta di rendere così ridicolo il titolo di un film così impegnato? Perché far sembrare un film serio una commediola civetta e frivola?

Su wikipedia leggo che il titolo originale altro non è che un verso della Eloisa to Abelard di Alexander Pope, una cui elegante traduzione è "Infinita letizia della mente candida". Vorrei tanto conoscere chi ha deciso di rivoluzionare non solo la traduzione letterale, ma anche il senso profondo del titolo. Vorrei stringergli la mano e dirgli:

- Complimenti, sei un idiota. E' anche grazie a te che siamo un popolo di ignoranti. Ma sei in buona compagnia...
Sì, perché la lista di film tradotti un po' peggio di come farebbe una scimmia addestrata è interminabile:
  • Intolerable cruelty -> Prima ti sposo, poi ti rovino
  • Stay Hungry -> Il gigante della strada
  • Runaway Bride -> Se scappi ti sposo
  • The Break-Up -> Ti odio, ti lascio, ti...
  • The favor -> A letto con l'amico
  • Burn after reading -> A prova di spia
  • Murder she wrote -> La signora in giallo
  • Leatherheads -> In amore niente regole
  • Hot Pursuit -> Su e giù per i Caraibi
  • Christmas Maximus -> Natale con papà Pippo
  • If Lucy fell -> Appuntamento col ponte
  • Permanent Midnight -> Hard night
  • Once bitten -> Se ti mordo sei mio
  • Home Alone -> Mamma, ho perso l'aereo
  • Bruce Almighty -> Una settimana da Dio
  • ...
O forse siamo noi "pubblico" le scimmie male addestrate? Perché si capisce: più che errori di traduzione, si tratta (speriamo!) solo di cattivo, cattivissimo gusto. Perché rendere i titoli italiani così silly? In italiano, "impegnati"...